GuideNetworking.it

Approfondimenti, tutorial ed esperienze sulle reti informatiche

Router-OS. Il sistema operativo per il router.

Router-OS. Il sistema operativo per il router.

Con questo articolo voglio iniziare a parlare di un nuovo argomento, molto interessante: RouterOS.

Cosa è RouterOS?

RouterOS è un sistema operativo in grado di “trasformare” l’hardware su cui viene avviato in un router con infinite possibilità di configurazione. Il software è stato creato da MikroTik ma può essere utilizzato su qualsiasi piattaforma PC-based. Avete un vecchio PC? Installate RouterOS e trasformatelo in un router!!!

Ma in pratica cosa possiamo fare con RouterOS?

Tutto!!! Tutto quello che riguarda networking: indirizzamento IP, gestione del traffico, ecc… possiamo dire, senza esagerare, che nel mondo del routing con RouterOS possiamo fare praticamente tutto. Capisco che può sembrare un’affermazione esagerata ma non lo è!!

Come appena detto, RouterOS possiamo installarlo su molte tipologia di hardware, MikroTik tuttavia commercializza anche hardware proprietario basato su unica scheda chiamato RouterBOARD.

Una RouterBOARD è una scheda integrata con CPU, porte ethernet, memoria, wireless, pensata per supportare totalmente RouterOS.

Per fare un esempio, nell’immagine di copertina ho inserito una scheda realmente in commercio: RB450Gx4. La RB450Gx4 è una scheda con queste caratteristiche:

  • quad core ARM CPU 716 MHz
  • 5 porte Ethernet Gigabit;
  • porta seriale;
  • 1 GB di RAM;
  • slot per microSD;
  • 512MB di storage

Questo è solo un esempio, prodotti e possibilità sono tantissimi, basta dare un’occhiata al sito di MikroTik. Ovviamente sono disponibili anche dispositivi completi di case.

Un dispositivo per iniziare, senza spendere tantissimi soldi, ed avere comunque la possibilità di conoscere questo fantastico sistema operativo per il networking, potrebbe essere il modello hAP, ottimo per un primo approccio completo, compreso WiFi; puoi leggere le caratteristiche specifiche direttamente sul sito di Amazon:

RouterOS, mikrotik, guida microtik

Mikrotik RB941-2ND-TC 300Mbit/s Blue, White WLAN access point – WLAN access points (300 Mbit/s, IEEE 802.11b,IEEE 802.11g,IEEE 802.11n, 10,100 Mbit/s, DSSS, DSSS,OFDM, Micro-USB)


Se, invece, hai deciso di “investire” 🙂 su questa piattaforma MikroTik, e vuoi fare le cose in pò più sul serio, ti consiglio di valutare il prodotto hEXs. Questo potrebbe essere un ottimo router compreso di firewall e tutte le funzionalità di cui hai necessità nella tua piccola rete di ufficio. Questo dispositivo NON ha WiFi, se è necessario per il tuo ufficio puoi aggiungere anche il hAP visto sopra.

Mikrotik Hex S Gigabit Ethernet Router [5X Gigabit Ethernet, 1x SFP, Poe]

Licenze di RouterOS

RouterOS ha 5 livelli di licenza. Il primo livello è utilizzabile solo per valutazione del prodotto. Le licenze utilizzate sono dal livello 3 fino al livello 6. La licenza di livello 3 è utilizzata soprattutto a livello di CPE client (un dispositivo utilizzato solo per collegarsi ad una rete più complessa). Certamente la licenza più utilizzata a livello di azienda e/o ufficio è la 4. Le 5 e 6 sono utilizzate per reti molto più grandi.

Non è possibile alcun tipo di upgrade “fra” licenze, dunque se vogliamo passare dalla 4 alla 5 dobbiamo semplicemente acquistare la licenza 5 e sostituirla alla 4.

Tutte le licenza non “scadono” mai, supportano infinite interfacce ethernet e sono utilizzabili solo per una installazione. Quando abbiamo installato la licenza, non è più possibile spostarla su un dispositivo diverso. La licenza è legata all’hard-disk (usb, compact flash, o altro) su cui la installiamo. Possiamo spostare l’HD e tutto continua a funzionare, ma non possiamo spostare la licenza su di un nuovo HD.

Anche se è possibile installare RouterOS su diverse tipologie di hardware compresi PC “datati” che, magari, abbiamo già in ufficio, il mio suggerimento è: se esiste una RouterBOARD che “fa” quello che ti serve, conviene sempre acquistare la RouterBOARD, questo perchè sono dispositivi ottimizzati e progettati per funzionare con RouterOS.

Prima di continuare, ricordati che i tuoi commenti sono essenziali per il mio lavoro.

Se vuoi, puoi commentare anche su Facebook!!!

https://www.facebook.com/groups/guidenetworking/permalink/451245495609518/

Accedere a RouterOS

Per l’accesso ad una macchina RouterOS possiamo utilizzare i soliti protocolli ssh o telnet, ma possiamo usare anche una completa interfaccia web ed infine l’applicazione più utilizzata per gestire RouterOS: WinBox. Il software WinBox è scaricabile gratuitamente dal sito MikroTik.

Una prima osservazione da fare, che certamente è utilissima per gli amministratori di rete, è che con RouterOS possiamo accedere ad una macchina anche tramite MAC Address. Questa è una opzione davvero utilissima in fase di configurazione in cui non abbiamo bisogno di definire alcun IP per accedere!! Chi lavora con le reti questa è una possibilità davvero interessante ed utile. L’alternativa per i dispositivi che non hanno questa funzionalità è usare cavi seriali o acrobazie simili.

Accesso a RouterOS con WinBox

Come accennato sopra il metodo più usato e più comodo per accedere a RouterOS è WinBox. Dopo averlo scaricato dal sito MikroTik possiamo avviarlo e se nella nostra rete c’è un dispositivo con RouterOS verrà subito trovato, facendo doppio click sul MAC Address possiamo facilmente accedere all’interfaccia di configurazione con le credenziali standard: nome utente=admin e password vuota. Se tutto è andato come doveva, vederemo la schermata di WinBox:

primo accesso WinBox

Se clicchiamo con il tasto destro in alto a destra possiamo vedere un menu contestuale che ci permette di aggiungere alcune informazioni alla barra del menu: consumo CPU, memoria, data ecc..

In alto a sinistra, invece, si vede un tasto fondamentale per lavorare in remoto con la tua RouterBOARD: Safe Mode.

Se attiviamo “Safe Mode” attiviamo una modalità operativa per cui, nel caso perdiamo la connettività con WinBox, tutte le modifiche che abbiamo fatto dal momento in cui abbiamo attivato “SafeMode” vengono cancellate. A cosa serve? Immaginate di lavorare in remoto con RouterOS attraverso WinBox, facciamo un errore di configurazione ed a causa di questo perdiamo la connessione con il router. Se non ci fosse la modalità “SafeMode” attiva avremmo perso la possibilità di configurare il nostro dispositivo. Con la modalità “SafeMode” attiva, tutto viene ripristinato come prima delle modifiche e dunque possiamo ri-accedere alla macchina. Lavorare in remoto in questo modo è davvero ottimo.

Il menù sulla sinistra da accesso alle funzionalità del router. Tutto quello che è possibile fare con RouterOS lo troviamo in questo menu.

Servizi di RouterOS

Come specificato all’inizio è possibile accedere al router utilizzando diversi servizi. Possiamo configurare questi servizi utilizzando il menù IP->Services

Servizi RouterOS

Come si può notare ci sono tutti i servizi utili per la gestione di un router avanzato. La prima colonna indica se il servizio è attivo oppure no. Per disattivare un servizio basta selezionare la riga e cliccare sulla X rossa in alto. Per attivarlo, selezionare ancora la riga e cliccare sul tasto V verde.

La seconda colonna indica il servizio. La terza colonna indica la porta su cui è in ascolto il relativo servizio. Infine la quarta colonna in cui sono specificati gli indirizzi IP che possono accedere a quel servizio. Il valore 0.0.0.0/0 indica qualsiasi IP.

Come si nota fra i servizi è presente anche il servizio WinBox.

Questo articolo di introduzione a RouterOS si chiude qui, nei prossimi articoli approfondiremo la conoscenza di questo sistema fantastico!

Intanto vuoi suggerirmi qualcosa? Ti ringrazio in aticipo:

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.