GuideNetworking.it

Approfondimenti, tutorial ed esperienze sulle reti informatiche

Asterisk: come costruire un centralino telefonico voip.

Asterisk: come costruire un centralino telefonico voip.

Da qualche anno il centralino telefonico voip sta sostituendo il tradizionale centralino telefonico in tutte le nuove installazioni di sistemi telefonici. Il motivo è da ricercare nelle funzionalità e possibilità di integrazione e scalabilità assolutamente non paragonabili alle soluzioni tradizionali.

Grazie a soluzioni tecnologiche Open Source la realizzazione di un centralino telefonico voip è possibile senza grossi investimenti e con un pò di studio.

Attenzione! La semplicità con cui è possibile reperire gli strumenti per la realizzazione di un centralino telefonico voip può portarci fuori strada facendoci credere che la realizzazione è quasi “banale” ed alla portata di tutti. Questo non è vero!! La tecnologia è facilmente reperibile ma occorre certamente studio ed impegno per avere dei risultati da “spendere” in ambito aziendale.

Se ti interessa riuscire ad installare un centralino telefonico voip nella tua azienda o in aziende di tuoi clienti seguici in questi articoli e ci riuscirai!!!

Una delle “killer application” per la realizzazione di un centralino telefonico VoIP è senza alcun dubbio il software Open Source Asterisk. Iniziamo, con questo, una serie di articoli per cercare di conoscere meglio questo fantastico software iniziando dalle basi fino ad approfondire la sua conoscenza per la realizzazione di applicazioni voce avanzate.

Cosa centra Asterisk con il centralino telefonico voip?

In effetti abbiamo parlato di un software Open Source chiamato Asterisk, ma cosa centra questo con un centralino telefonico Voip? Se prendiamo la definizione di Asterisk da Wikipedia, leggiamo:

“Asterisk è un’implementazione software di un sistema PBX. Asterisk è un software libero che permette di gestire una rete telefonica e di connetterla a servizi di telefonia PSTN o VoIP.”

Dobbiamo capire cosa significa “una implementazione software di un sistema PBX”. Per l’acronimo PBX, sempre su Wikipedia, troviamo il significato:

“In telecomunicazioni un private branch exchange o PBX (Private Branch eXchange) è una centrale telefonica per uso privato, principalmente usata nelle aziende, enti, organizzazioni, per fornire una rete telefonicainterna, tipicamente allacciandola alla rete telefonica generale esterna.”

Il termine PBX, dunque, indica proprio un centralino telefonico. Asterisk è un software che ci permette di costruire un centralino telefonico, dobbiamo capire cosa centra con il VoIP.

In realtà da quello che si legge su wikipedia a proposito di Asterisk si capisce che il software ci permette di costruire un centralino telefonico completo, che è possibile collegare con qualsiasi linea telefonica. Per questo anche linee VoIP. Abbiamo accennato alle linee telefoniche all’interno dell’articolo sul VoIP.

Dopo tutta questa introduzione possiamo concludere che Asterisk è proprio il software che ci serve per la realizzazione del centralino telefonico VoIP.

Andiamo avanti. Prima di procedere ti ricordo di inviarci le tue osservazioni e magari proposte di approfondimenti che potremo trattare successivamente su questo forum, puoi farlo semplicemente compilando il form qui sotto.

Abbiamo capito che con il software Asterisk possiamo realizzare un centralino telefonico voip, ma quali sono le funzionalità che avrà questo PBX da noi realizzato? Se dicessi che le funzionalità che un centralino telefonico basato sulla piattaforma Asterisk sono praticamente illimitate, forse, qualcuno non ci crederebbe, ma ti garantisco che in oltre 10 anni di lavoro con questo fantastico strumento posso dire davvero di non aver ancora trovato una applicazione che non è possibile realizzare. Non ci credi? Seguici e toccherai con mano.

Se non lo hai ancora fatto potresti leggere un approfondimento su cosa è un centralino telefonico voip.

Ovviamente il PBX supporterà le classiche funzionalità legate ad un centralino telefonico voip:

  • Voicemail (segreteria telefonica) consultabile via web oppure tramite invio email
  • Registrazione chiamate
  • Servizio giorno/notte avanzato (molto avanzato…).
  • Risponditore automatico avanzato
  • Parcheggio chiamate
  • Musiche di attesa
  • Supporto delle code di chiamata
  • Gestione avanzata del Caller ID (identificativo chiamante)
  • Configurazione e programmazione avanzata intervalli temporali
  • Dettaglio chiamate (ricevute ed inviate)
  • Citofono, possibilità di interconnettersi al sistema citofonico per controllo accessi e apertura porte;

Ma anche funzionalità più avanzate come:

  • Supporto per la sintesi vocale
  • Supporto per la gestione video

Oppure funzionalità legate al FAX:

  • Fax server amministrabile via WEB
  • Gestione FAX in formato PDF
  • Invio fax tramite interfaccia web
  • Fax – to email ed email-to-fax

Ma se fosse solo questo saremmo di fronte ad un buon prodotto ma ancora un prodotto standard. Noi abbiamo parlato di “killer application”. Infatti la lista potrebbe essere molto lunga ma non ci dilungheremo ancora molto per cercare di andare al sodo. Qualche altra funzionalità conviene evidenziarla:

  • Funzionalità Instant Messaging (IM)
  • Possibilità di integrazione con CRM

Infine, l’ultima cosa per chi è un po più esperto nel mondo dell’informatica. La piattaforma Asterisk ci mette a disposizione la possibilità di interagire con applicazioni, linguaggi di programmazione esterni, linguaggi di scripting come ad esempio PHP. Dunque immaginate il flusso di una semplice chiamata telefonica che al presentarsi di un dato evento (pressione di un tasto, scelta di un menu ivr, ecc.) faccia partire uno script PHP che aggiorna una pagina Web oppure un data-base ecc…

Inizi a credere anche tu che è possibile implementare quasi tutto? Siamo solo all’introduzione (neanche all’inizio).

Bene l’idea ci piace ed ha buone prospettive ma vediamo di iniziare a “toccare con mano” questo centralino telefonico voip.

Per iniziare a lavorare con questo magnifico sistema abbiamo necessità di creare un “ambiente” su cui installarlo ed iniziare a lavorare.  Per quello che riguarda l’installazione del software esistono versioni sia per windows che per linux ma se vogliamo pensare a qualcosa di professionale dobbiamo assolutamente pensare ad installazioni su sistema operativo linux.

In rete esistono tantissime guide ad installazioni di Asterisk su varie versioni del sistema operativo linux, per questo motivo noi salteremo questo passaggio anche perchè ci possono essere delle variazioni in base alla distribuzione di linux scelta ed alla versione di asterisk scelta.

Ne segnaliamo due “ufficiali” del sito stesso di Asterisk.

Se avete un pc inutilizzato, anche un pò vecchiotto, Asterisk non ha necessità di molte risorse per funzionare, potete seguire una modalità di installazione molto molto semplice descritta in questa pagina:

https://wiki.asterisk.org/wiki/display/AST/Installing+AsteriskNOW

Se invece conoscete già il sistema operativo Linux o avete un sistema Linux già installato potete installare Asterisk con un pò più di lavoro seguendo questa guida:

https://wiki.asterisk.org/wiki/display/AST/Installing+Asterisk+From+Source

Come detto sopra se fai un po di ricerche, guide all’installazione di Asterisk ne troverai davvero tante, dunque non dovrebbe essere difficile.

In caso non hai un vecchio PC da dedicare a questo possiamo fornirti un server Linux in cloud con Asterisk preconfigurato che supporta 6 o 7 interni e con cui potete fare tutte le prove che faremo in questo corso al costo di € 50+IVA per l’installazione ed un canone mensile di € 12,00+IVA. Attenzione sul server non garantiamo nessun supporto tranne quello che trovi in questo corso (in continuo aggiornamento). Se fai delle ricerche su internet non credo riuscirete a trovare un prezzo più basso.

Se ti interessa contattaci scrivendo nel campo richiesta qui sotto: server cloud asterisk. Ti risponderemo con i dettagli per l’acquisto.

Se, invece, non vuoi utilizzare un server in cloud possiamo inviarti un piccolissimo server asterisk completamente funzionante ed utilizzabile anche in un piccolo ufficio di 6-7 interni e 2 o 3 chiamate esterne contemporanee, ad un costo di € 190+IVA. Per informazioni puoi guardare qui:

http://linkat.it/prodotto/centralino-telefonico/

A questo punto supponiamo di avere una installazioe di Asterisk per iniziare a far funzionare il nostro fantastico centralino telefonico voip.

Dopo aver installato Asterisk troveremo la directory:

/etc/asterisk

Questa è, forse, la cartella che useremo con più frequenza perché contiene tutti i file di configurazione di Asterisk. Troveremo in particolare i file:

  • asterisk.conf
  • modules.conf
  • extensions.conf
  • sip.conf

Questi quattro sono i principali file di configurazione del centralino telefonico voip Asterisk.

Il primo file che prendiamo in considerazione è extensions.conf.

Prima di proseguire conviene effettuare una copia del file esistente in modo da non perdere il contenuto ed eventualmente poterlo ripristinare successivamente.

All’interno del file extensions.conf si definisce quello che chiamiamo il dialplan di Asterisk. Il dialpan è formato da una serie di “istruzioni” (più avanti vediamo meglio cosa sono queste “istruzioni”) che “regolano” il flusso delle chiamate nel centralino telefonico voip Asterisk. Tutte le chiamate in ingresso o in uscita vengono processate all’interno di questo file.

sip.conf: il protocollo di segnalazione.

sip.conf è il file in cui si definiscono le linee interne ed esterne del centralino telefonico voip che utilizzano il protocollo SIP. SIP è un protocollo di segnalazione che permette di:

  • localizzare un utente
  • contattare l’utente per determinare la sua volontà di stabilire una sessione (audio/video)
  • Negoziazione dei media (audio/video) che si utilizzeranno durante la sessione
  • Modificare una sessione iniziata
  • Terminare una sessione iniziata

Avremo modo di approfondire.

Infine ci sono i due file di configurazione asterisk.conf e modules.conf. Per ora ci basta dire che in questi due file vengono specificate configurazioni più generali del centralino telefonico voip.

Un esempio di funzionamento del centralino telefonico voip.

Prima di continuare lo studio del centralino telefonico voip, concludiamo questo primo approccio con il PBX asterisk con un esempio pratico, al solo scopo di avere un’idea di come funziona. Se qualcosa non è chiaro non preoccuparti perchè più avanti ritorneremo su tutto.

Configuriamo il dialplan del centralino telefonico voip

Dopo aver copiato il file extensions.conf possiamo crearne uno nuovo che sarà vuoto. Ci aggiungiamo questo, che, dunque, sarà l’unico contenuto del file:

[from-internal]
exten = 100,1,Answer()
same = n,Wait(1)
same = n,Playback(hello-world)
same = n,Hangup()

Queste brevissime righe definiscono il dialplan ed indicano al centralino telefonico voip che, quando un interno telefonico digita il numero 100, Asterisk:

  • risponderà alla chiamata (applicazione Answer());
  • aspetterà un secondo
  • eseguirà il suono “hello-world”
  • infine chiuderà la conversazione

Configuriamo un interno del centralino telefonico voip.

Dopo aver definito il dialplan proviamo a configurare il primo interno del centralino telefonico voip. Per farlo dobbiamo modificare il file sip.conf anche questa volta creiamo una copia in modo da poter tornare indietro in caso vogliamo ripristinare la configurazione iniziale.

All’interno del nostro file sip.conf specifichiamo la configurazione che ci permette di aggiungere un interno al centralino telefonico voip.

[general]
context=default

[6001]
type=friend
context=from-internal
host=dynamic
secret=unsecurepassword
disallow=all
allow=ulaw

Entreremo nel dettaglio di questa configurazione più avanti in questi articoli, per ora ci accontentiamo di capire che con queste righe aggiungiamo un interno con numero 6001. Per utilizzare questo interno dobbiamo avere un telefono che supporta il protocollo SIP.

Se non lo abbiamo possiamo usare il softphone ZOIPER di cui abbiamo parlato in queste pagine. Se volte potete seguire la guida e configurarlo sul vostro PC. Per collegare il softphone al centralino telefonico voip, appena configurato possiamo seguire tutto quello indicato nella guida ed utilizzare:

  • indirizzo ip del server: indirizzo ip del centralino telefonico voip asterisk
  • nome utente: 6001
  • password:  unsecurepassword

Dovrebbe essere andato tutto bene ed il softphone ZOIPER si dovrebbe “registrare” sul nostro centralino telefonico voip. Prova a comporre su ZOIPER il numero 100. Se tutto ha funzionato correttamente dovresti sentire la musica “hello-world”.

Funziona?

Faccelo sapere.

Per ora possiamo fermarci qui. Appuntamento al secondo capitolo della guida alla costruzione di un centralino telefonico voip con Asterisk.

Se sei interessato lascia la tua email qui sotto, ti avviserò dei cambiamenti.

Intanto è importantissimo che ci invii le tue considerazioni, idee, suggerimenti per capire se il “taglio” degli articoli è corretto o devo modificare qualcosa, è fondamentale per me capire le vostre attesa per scrivere cose che interessino a qualcuno!! Se a nessuno interessa è inutile continuare.

 

 

 

 

Una risposta a Asterisk: come costruire un centralino telefonico voip.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.